Iconoclastia

Era già tutto previsto…! 😎

(tratta da “Nessuno nasce pulito”, ed. nugae 2.0 – 2016)

N I G R I C A N T E

Dirck_van_Delen_-_Beeldenstorm_in_een_kerk

Finalmente muore nel ridicolo la stirpe coloniale

distratta, persa dietro le patetiche sagome

di statisti beatificati

e comici popolari

seppelliti sotto la compiacente lapide

di nostrane furbizie.

Senza pregare alcun dio

cerco unguenti nocivi e profumati

capaci di rendere più morbida

la mia barba irreligiosa e infedele,

a suon di martellante fanatismo

marionette sbriciolano vestigia assolate

di antiche civiltà.

Non mi sorprendono

questi rigurgiti iconoclastici,

infatti cambio canale, annoiato

ritorno alla mia noia.

Nessun meccanismo dura in eterno,

storie che si ripetono nei secoli

e sullo sfondo apatico

di un tramonto occidentale coperto dal cemento

verranno a chiederci del nostro lusso.

video correlato: “Tramonto Occidentale”, Franco Battiato

View original post

L’angolo

[…] Solo quando emigri nell’angolo
ritorni all’origine che fortifica
al mito incorruttibile… […]

(tratta da “Nessuno nasce pulito”, ed. nugae 2.0 – 2016)

N I G R I C A N T E

601498_574693579264197_1252402423_n

L’angolo

 

Sbattuto nella tempesta

come legno umano

che solca i mari della vita

tra mille affanni

non dimenticare di coltivarti!

Scoprirsi e amarsi

nel luogo in cui sei vero, nudo

e silenzioso volare alto

assaporando il vuoto sensato.

Fatiche e inganni

tensioni e giochi di potere

burocrazia esistenziale.

Solo quando emigri nell’angolo

ritorni all’origine che fortifica

al mito incorruttibile

lasciandoti alle spalle

fallimenti e sconfitte.

Seduto nell’angolo

contemplo la mia precarietà

protetto da un cielo stellato

avvolto nel ricordo senza tempo.

Elogio della fuga,

alibi per la mente,

dolce terra promessa,

bugia veniale,

cambio di prospettiva,

interlinea dell’anima.

La pausa dal vortice

ha un indirizzo conosciuto,

ingoio veleno e sgambetti

ma non nell’angolo

non lì, dove i morti si affiancano ai vivi,

dove tutto è ideale e perfetto

e la mancanza di futuro

non incide sull’io sempreverde.

Lì dove immobile visito l’universo

azzerando pensieri e sudore.

In attesa, ormai…

View original post 4 altre parole

Non posso respirare

Amazzonia

(la distanza naturale)

Per tornare a vedere insieme le cose trascurate
vorrei che la tua anima lontana abitasse i miei occhi
astinenti di squarci umidi di pioggia e verdi scoscesi
persi tra fiumi e contrade
nell’eterna ricerca di respiri sensati,
della distanza naturale tra le genti,
del silenzioso giallo profumato
delle ginestre sulla strada.

Non potevo respirare
senza il richiamo
di campane da colline
immerse in cieli vaghi,

i confini negati
delle vacanze nell’altrove
rimandano il passo
verso i borghi dell’ovvio.

Non posso più respirare
nelle nuove città bendate,

il ginocchio malsano
di una storia crudele
preme ancora, distratto
sui polmoni ingenui
della nostra libertà.

– video correlato –

The Police – Every Breath You Take

Elogio del recupero

Scrivere è ridare vita a “Materiale di recupero”.
Grazie Jonathan Franzen!

N I G R I C A N T E

Recuperare la lentezza

(“…pedalo, quindi sono!”)*

Crisi energetiche, fonti alternative ignorate dalle lobby dell’oro nero, pozzi petroliferi in avaria nell’oceano e tonnellate di petrolio greggio riversate in mare, aumenti (e mai ribassi) del prezzo della benzina, mito futurista della velocità e fascino moderno, disoccupazione e mancanza di idee, pubblicità ingannevole e nevrosi da mobilità efficiente, vacanze sempre meno intelligenti, donne e motori… Ci consigliano di combattere la crisi con un ottimismo spendaccione e praticando la cancellazione dei fatti e delle notizie; la realtà deve essere allontanata; l’esperienza preconfezionata, pronta per l’uso, diminuisce il rischio di fatica e di fallimenti.

Sotto uno strato di polvere alto alcuni millimetri ho scoperto nel garage una vecchia bicicletta acquistata circa vent’anni fa (o forse più) da una mia parente e in seguito abbandonata a causa di quelle vicissitudini della vita che a un certo punto, purtroppo, ci fanno prediligere alcuni mezzi rispetto ad altri. Ruggine, polvere…

View original post 631 altre parole