Esortazione antifuturista del sabato sera

(dalla raccolta “Nessuno nasce pulito”, ed. nugae 2.0 – 2016)

N I G R I C A N T E

Esortazione antifuturista del sabato sera

 

                                                 a Gilles Ivain

A te, giovane donna ingabbiata

prigioniera nel caldo abbraccio

lussuoso metallo suvizzato

di un sultano ricco e veloce.

A te, calda vagina del potente

che osservi superba e distante

il mondo metropolitano

proteggi con un vetro i tuoi sensi

da fatiche, fetori urbani e precariati.

A te, sacerdotessa della velocità

che voli verso i divertimentifici

di società in eterna crisi.

A te, custode del focolare su gomma

che difendi con sguardo sospettoso

il tuo benessere luccicante.

A te, emulatrice di maschi alfa

che provi compassione

scrutando il girovago.

A te, che non decostruisci

l’arrogante cilindrata del tuo ego.

Io dico.

View original post 250 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.