Nota a “Ore piccole” di Emilio Paolo Taormina

9788866446064_0_536_0_75

Eleganti e arcaici sono i versi di questa nuova raccolta del poeta palermitano Emilio Paolo Taormina intitolata “Ore piccole” (Giuliano Ladolfi Editore, 2021; collana “Perle poesia” diretta da Roberto Carnero) e caratterizzati da uno stile taorminiano inconfondibile. Versi, la cui genesi è affidata alla spontaneità dei sensi e a null’altro, non ossessionati dall’ordine di maiuscole e punteggiature — quasi una scelta controcorrente in salsa beat di decostruzione della forma metrica classica per assecondare un flusso di coscienza poetica che non ammette interruzioni o inutili abbellimenti — e che ripropongono un’interessante verticalità ungarettiana: il lettore è coinvolto in un tuffo senza soste verso il mare accogliente ma profondissimo del ricordo e della bellezza vissuta.

Come nella precedente raccolta di Taormina, non mancano gli elementi naturali e “casalinghi”: la Natura è testimone di ritorni e di epifanie, è fedele accompagnatrice nei processi mnemonici e nelle scoperte del poeta, nel rispolverare un sé stesso “antico”, primordiale, dimenticato sembrerebbe a causa del tempo ma non rimosso, anzi ancor più vivido in una ricostruzione che sostiene tutto il peso di un lungo vissuto e che ritorna avvolto tra le braccia sapienti della poesia che rende eterno anche il momento più scontato: momenti d’amore, di affetto familiare, di sperimentazione giovanile…; le cose di casa, gli “oggetti” naturali, il forte simbolismo che collega il tutto armonicamente, collaborano alla stesura di verità solo all’apparenza dissepolte al momento, ma in realtà sempre presenti nel cuore del poeta: solo i comuni mortali non le vedono; solo chi vuole veramente dimenticare non chiede aiuto alla poesia.

Le immagini di questa raccolta sono un balsamo nostalgico ma mai retorico, un eco materno che resiste ai rumori di un oggi inesorabilmente orfano, un tocco al carattere ancestrale dell’esistenza nascosto tra le pieghe della realtà: le premesse delle singole liriche fatte di descrizioni naturali, di ricordi personali recuperati dai meandri del tempo (senza mai scadere in sterili autobiografismi), preparano il terreno a conclusioni intime nell’animo di un poeta che non teme di svelare al mondo i segreti che tengono in vita il suo universo interiore; la ricerca di questi segreti si rinnova in maniera sempre diversa perché Taormina è un fantasioso viaggiatore diretto a un’Itaca che non muore ma si rinnova e si ripropone ogni volta con sfumature originali. Anche le persone amate non muoiono se continuano a fare parte della nostra memoria e le intravediamo tra gli oggetti di tutti i giorni come costanti presenze nell’assenza.

sotto la cenere
dell’inverno
resistono le braci
squame di ore
brandelli di vele
reti strappate
remi spezzati
alberi di barche
abbandonate
sulla spiaggia
dalla marea
quando il maglio
del calafato
fascerà il mio scafo
tornerò ad andare
per i mari
itaca non muore

la quiete
era opaca e densa
come il latte
che i pastori
strizzavano
dalle mammelle
delle capre
le colline appoggiate
l’una sull’altra
erano anfore
colme di grano
in attesa
d’essere imbarcate
ti chiedevi
sulla soglia del sonno
da quale vita
si fosse svegliato
quel giorno
così lontano
nel tempo
quando due monete
d’oro ti coprirono
gli occhi come soli

io sono presente
assente
sono quello che
vedono
i miei occhi
sono vicino
lontano
sono nei miei passi
in quello che
toccano le mie mani
sono l’albero
la rondine
sono ladro e vagabondo
lascio un po’ di me
dovunque
io cerco il canto
ho dentro di me
un altro
vivo qui e altrove
non ho luce e ombra
giorno e notte
cerco sempre il canto
porto dentro di me
il peso di un altro
antico come il tempo
nuovo come l’attimo

versione pdf: Nota a Ore piccole di Emilio Paolo Taormina

leggila sul sito dell’editore Giuliano Ladolfi

leggi anche:

Recensisco

Scambiamoci i libri!

Dodecalogo del recensore (di poesia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.